Gabriele Bove.jpg

L'inviato in terra americana partecipante al Jamboree per il gruppo Putignano 1 è Gabriele Bove, un rover del clan "La Ginestra" che parteciperà come Ist. Questa la sua intervista:

 Gabriele, dicci un po' chi sei e cosa ti ha spinto a partecipare al Jamboree.

Sono un rover di 18 anni del clan "La Ginestra" del gruppo Putignano 1. Nel corso della mia vita scout mi è sempre piaciuto incontrare gente nuova e fare nuove amicizie tanto da partecipare a campetti di specialità e competenza. Questo mi ha spinto poi a partecipare già da esploratore al Jamboree in Giappone nel 2015. L'esperienza del Jamboree da esploratore è stata fantastica: ho fatto amicizia con scout italiani e di tutto il resto del mondo e ho potuto vivere un po' anche il paese che ci ha ospitato attraverso la home ospitality e le esperienze durante il campo. È stato quasi scontato per me propormi, quindi, per fare questa esperienza anche da rover, questa volta però con uno spirito diverso e cioè quello del servizio.

Che cosa ti aspetti da questo Jamboree in terra americana?

Mi aspetto anche questa volta di fare nuove amicizie e di scoprire nuove culture, ma mi incuriosisce anche potermi confrontare con i ragazzi della mia età sul servizio e sulle problematiche dei giovani nei diversi paesi del mondo.

Come ti stai preparando a questo evento?

Innanzitutto la preparazione è iniziata con gli incontri che abbiamo fatto con il nostro clan di formazione “Ponte di Annibale”, il clan è formato da R/S di Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Abbiamo partecipato a due campetti che sono serviti a conoscerci meglio e a iniziare a lavorare insieme in esperienze di servizio. Inoltre, i Boy Scout of America ci hanno inviato una serie di documenti per iniziare a capire come si svolgerà il campo, le regole a cui attenersi e tanto altro. 

Cos’altro vorresti farci sapere su questa esperienza?

Vorrei cercare di contagiare con l’entusiasmo e la carica che queste esperienze portano sia gli E/G sia gli R/S del mio gruppo, ma anche gli R/S degli altri gruppi che a volte sono un po’ restii a mettersi in gioco e a partire anche semplicemente per un Epppi. Grazie a questi eventi oggi ho molti amici scout in Italia e nel mondo e mi sento più pronto a partire anche per esperienze di vita diverse dallo scoutismo.